Marchio

 

         Benvenuti nel sito della

     Filarmonica Pietro Mascagni 

 

 

Il 26 giugno 1911, per iniziativa di un comitato cittadino, nasce a Cecina la Società
Filarmonica Pietro Mascagni. Lo statuto, elaborato da un’apposita commissione,
prevedeva una società eminentemente apolitica, onde evitare che si ricreassero nella
gente quegli odi politici che avevano, negli anni passati, diviso la popolazione tanto da giungere a sfare matrimoni combinati e annullare contratti d’affari tra i cecinesi.
Il venti settembre dello stesso anno la Filarmonica fece la sua prima esibizione in paese, diretta egregiamente da Pietro Bianchini valente musicista nonché eccezionale trombettista.
Le filarmoniche erano in quei tempi un vanto e un onore per ogni paese. In ogni
ricorrenza, evento o festeggiamento, non poteva mancare una sua esibizione, in quanto la Banda era sempre portatrice di cultura nonché di svago e divertimento per la gente comune.
La Filarmonica P. Mascagni svolse così ininterrottamente la sua attività sino agli anni “30 quando, come tutte le libere associazioni, fu sciolta per lasciare posto al Dopolavoro Filarmonico e poi alla Fanfara del Fascio.
Fu ricostituita nel 1952, quando un gruppo di “passionisti” della musica, guidati da don Rolando Frizzi decisero di ridar vita alla tanto amata Filarmonica Pietro Mascagni. Il gruppo era formato da ex musicanti quanto da semplici cittadini, ma i due principali propulsori furono l’immancabile Pietro Bianchini che provvide ad istruire i musicisti e assunse la direzione della Banda e Giannini Oreste infaticabile segretario e organizzatore.
Dopo più di 65 anni di ininterrotta attività, la Filarmonica conta oggi circa 50 elementi ottimamente preparati.